Striscia la Notizia prova a rispondere alla Zanardo…mezzi e mezzucci di Ricci & Co…

Ieri il “telegiornale” di Striscia la Notizia ha accusato Lorella Zanardo di essere vestita e ben confezionata, come le menzogne. Ezio Greggio e Michelle Hunziker si sono scagliati contro le accuse mosse nei confronti del ruolo da contorno, che a me è sempre sembrato da “tendina”, svolto dalle Veline nel programma satirico. Nel Rinascimento, erano solitamente raffigurati al lato, in posa di devozione, i committenti dell’opera.  Si pensi, per esempio, alla Trinità del Masaccio (1428) in cui il committente, il gonfaloniere Lenzi è posto in ginocchio e in preghiera insieme alla moglie a lati dell’opera. La differenza evidente, oltre alla posa, è il ruolo svolto dal committente nell’opera, la finalità era quella di dare risalto a colui che rendeva possibile la realizzazione dell’opera d’arte, ruolo di certo non attribuibile alle Veline che, se mai, sono appunto “tende” di uno spazio scenico in cui sono incorniciati i presentatori.

Ricci & Co. stanno cercando da mesi di controbattere a “Il Corpo delle Donne” non riuscendo però a smentire neppure superficialmente neppure un minuto del video della Zanardo.

Mi limiterò a caricare il video-spezzone di Striscia, chiedendo di fare particolare attenzione agli ultimi frames in cui le Veline stesse, con molta “naturalezza” smentiscono la Zanardo,rassicurandola di non provare dolore nella posizione scomoda in cui si fermano ogni sera e ricordando che un operaio in fabbrica soffre sicuramente di più.

Video di Striscia la Notizia puntata n° 159 del 24/03/2011

Posto che sono certa che stare in ginocchio su una gamba non sia la fine del mondo, vorrei però ricordare alle sig.re Veline che se non ci fossero state ricerche-denuncia simili, nessuno si sarebbe interessato ai corpi senza anima che popolano la televisione italiana, commerciale e non. Se non ci fossero state persone Vere come la Zanardo, l’opinione pubblica non avrebbe cominciato a rendersi conto del ruolo marginale svolto dalle donne, a maggior ragione se belle, perchè se Ricci ha esagerato nel definireFilippa Lagerbäck la donna-oggetto di “Che tempo che fa”, ha però offerto l’occasione per interrogarsi sul ruolo della bellezza e la conseguente considerazione cerebrale di una donna. Mi chiedo, e spero di sbagliare, l’opposizione cervello-corpo, che suppongono non poteri coesistere in un unico corpo, è rappresentata dalla compresenza della Littizzetto, parlante, pensante, una bomba di intelligenza ironica e della Lagerbäck muta, sorridente, autorizzata alla mera presentazione degli ospiti?

Con questo non voglio assolutamente offendere la Littizzetto che stimo e considero donna di grande spessore, un vero esempio di femminilità, la mia è un’obiezione provocatoria per chiedere, anche l’intellettualissimo programma di Fazio, che tutti guardiamo con l’intento di acculturarci, può essere messo sotto accusa?

La paura di questi tempi è che davvero per nascondere il marcio si cominci a guardare con occhio accusatorio tutto quello che ci circonda, come in tempo di guerre civili si scrutano i connazionali per capire se siano amici, nemici o traditori.

Riflettiamo sulla strada da prendere, anche se ci sono cose da cambiare, non facciamo di tutta un’erba un fascio. In ogni caso, speriamo che in futuro non ci siano occasioni di mettere in dubbio anche quel poco di buono che la televisione italiana ci offre, altrimenti rischiamo di perdere anche quello!

Questa voce è stata pubblicata in Cultura e società, Donne e Media e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Striscia la Notizia prova a rispondere alla Zanardo…mezzi e mezzucci di Ricci & Co…

  1. Pingback: Striscia la Notizia prova a rispondere alla Zanardo…mezzi e mezzucci di Ricci & Co…

  2. Pingback: La crociata di Antonio Ricci « Un altro genere di comunicazione

  3. emy ha detto:

    Ho visto uno spezzone del programma “Che tempo fa” con la Littizetto che chiedeva ironicamente alla Lagerbäck se voleva portarsi da fare l’uncinetto visto che stava lì ferma.
    Lo stile è comico ma è comunque una frecciatina fatta dalla stessa Littizzetto!

    • Virginia Odoardi ha detto:

      Infatti si deve fare una distinzione, netta e precisa, anche perché, di certo, il ruolo della Lagerbäck non è minimamente paragonabile a quello delle veline..ma non possiamo farne nemmeno un modello positivo.. Motivo per cui tu giustamente riporti la frecciatina della Littizzetto!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...