#2eurox10leggi: le donne per le donne. Ricolorare di rosa la legge italiana.

L’ora è giunta. Ora si può. Con un piccolo gesto si potranno proporre 10 leggi tutte rigorosamente ‘rosa’. Se la politica ha evitato, sinora, di ascoltare le donne, grazie a questa iniziativa sarà difficile esimersi dall’affrontare i temi proposti.

Rifancendosi alla pubblica denuncia  di Diego della Valle, apparsa tempo fa sulle pagine dei quotidiani nazionali, comprate dall’imprenditore per l’occasione, 2eurox10leggi, si ripropone, con un’iniziativa simile, di affrontare i temi caldi legati al mondo femminile. Diritto alla maternità, stabilità del lavoro, congedo parentale condiviso, sono solo pochi degli spunti per una riflessione legislativa proposti dalle organizzatrici. Il nome del progetto è stato coniato da Manuela Mimosa Ravasio, autrice del blog ipaziaevviva. L’idea di comprare collettivamente una pagina di un quotidiano è provocatoria, poiché nel nostro Paese “chi ha i soldi può evidentemente comprarsi anche l’indignazione, mentre chi non ne ha rimane spesso nell’ombra anche se, il suo diritto a essere indignato/a, è superiore. Le organizzatrici hanno pensato, quindi, che con la partecipazione popolare si sarebbe potuta realizzare la somma necessaria  (25mila euro) per poter comprare la pagina ove pubblicare le 10 proposte di legge per il miglioramento della condizione femminile. Bastano 2 euro donate da 12.500 persone e tutto ciò sarà possibile.

Il progetto si ispira a quanto già avvenuto in Francia grazie a Choisir, ma in Italia ha un sapore ancor più provocatorio, poiché la politica nostrana è quasi tutta al maschile. Se si pensa ai termini tecnici coniati per descrivere  le più alte cariche istituzionali si noterà che sono vincolati maggiormente al cromosoma Y. Gli uomini prevalgono nelle liste elettorali, nei luoghi del potere economico e giuridico, hanno diritto di prelazione su qualsiasi posizione di predominio, diritto che gli è concesso dalla società alla nascita, nonostante sia ormai statisticamente provato che le donne apportino considerevoli miglioramenti nelle sedi in cui operano.

Se il sistema fa finta di essere cieco, questa volta non potrà non vedere. Solo partecipando attivamente si può raggiungere un obiettivo, solo compiendo azioni di rilievo, che diano spessore a un’indignazione ormai semi-datata, potremo costringere il sistema ad ascoltare.

La discriminazione è stata combattuta su più fronti, gli anni ’70 hanno insegnato molto in tal senso. Ieri sera, guardando il film sulla vita di Harvey Milk, il primo politico eletto negli Stati Uniti, pur essendo dichiaratamente omosessuale, che ha fatto della sua vita la battaglia per l’ottenimento dei diritti civili dei gay, pensavo che solo un attivismo politico sagace e non ‘frustato’ potrà essere la soluzione per raggiungere un obiettivo che sembra scontato, ma che così scontato non è.

Il consigliere americano è passato alla storia per aver ribaltato un risultato politico già dato per vittorioso. Attraverso il suo impegno e la collaborazione di decine di migliaia di persone, Milk riuscì a far decadere la Proposition 6, del senatore Briggs, che avrebbe reso possibile il licenziamento degli insegnanti in base al loro orientamento sessuale. Milk ha vinto utilizzanto l’astuzia e le strategie della politica. La sua vittoria fu, putroppo, causa della sua morte, ma la sua scomparsa non fu vana perchè diede la speranza a tutte quelle persone che si sentivano imbrigliate in stereotipi e relegate ai margini della società. Milk regalò all’America un cambiamento culturale che migliorò la vita di milioni di persone.

La parità allora non è forse una questione di quote rosa, è partecipazione, è fiducia tra donne, che hanno, altrettattanta fiducia che l’altro sesso possa vederci per le nostre capacità, non solo per le nostre curve.

Bastano solo 2 euro. Insieme, possiamo farcela!

Questa voce è stata pubblicata in Cultura e società, Diritti delle donne, Donne e lavoro e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a #2eurox10leggi: le donne per le donne. Ricolorare di rosa la legge italiana.

  1. Pingback: #2eurox10leggi: le donne per le donne. Ricolorare di rosa la legge italiana. | SegnalaFeed.It

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...